USA: lettera di una madre contro i leggings scatena proteste all’università

USA: lettera di una madre contro i leggings scatena proteste all’università

Nello stato americano dell’Indiana, una madre ha scritto una lettere aperta al campus universitario per limitare l’uso dei leggings sportivi: scatta la protesta.

“Sono semplicemente una madre cattolica con quattro figli ed un problema che solo le ragazze possono risolvere: i leggings.” Inizia così la lettera della signora Maryann White, pubblicata sul giornale degli studenti e divenuta subito virale. Il contenuto mette in evidenza come la signora White sia contraria all’utilizzo “spudorato” dei leggings sportivi da donna da parte delle ragazze del campus, perché in questo modo i ragazzi non riescono ad ignorarle. Questa è stata la sua impressione quando ha fatto visita ai suoi quattro figli che studiano all’Università di Notre Dame dell’Indiana (università peraltro cattolica).

Quindi la sua richiesta, rivolta alle giovani studentesse e non, è stata quella di pensare alle madri dei ragazzi ogni volta che vanno a fare shopping, tenendo in considerazione di acquistare un jeans piuttosto che un leggings.

Ovviamente questo tipo di lettera ha causato un’ondata di dissenso e di indignazione fra gli studenti di ambo i sessi, tanto da ottenere subito una replica immediata.

Un gruppo dell’università, noto con il nome Irish 4 Reproductive Health ha organizzato una manifestazione chiamata Leggings Pride Day, per incoraggiare le persone ad indossare i leggings con orgoglio nel campus, rivendicando il diritto che l’abbigliamento non dovrebbe essere imposto e che le donne hanno di vestirsi a loro piacimento.

Un problema non nuovo

Indossare i leggings per lo yoga o per altre attività fisiche al di fuori delle palestre è un’usanza ormai consolidata da tempo. I leggings sportivi da donna si sono ormai differenziati da quelli che si possono utilizzare per il tempo libero, per uscire la sera o addirittura per il lavoro; ci sono tanti modelli differenti da poter soddisfare ogni gusto ed esigenza. Questo perché la moda si evolve, il pensiero anche e la donna vuole sentirsi bella ed apprezzata in ogni momento, anche mentre si trova in un campus universitario. L’emancipazione è anche questo, non dover rendere conto del tipo di abbigliamento che si sceglie di indossare.

Tuttavia, richiami al pudore come quelli della signora White non sono nuovi: il Washington Post ha evidenziato che lettere contro l’utilizzo inappropriato dei vestiti erano già state recapitate a diverse riviste ed università.

Questa situazione al momento ha causato una serie di controversie negli USA, ma sembra che il movimento di protesta nei confronti della politica di proibizionismo sia molto forte.

Perché i leggings sportivi da donna sono così popolari

Come hanno spiegato molte studentesse in risposta alla signora White, l’utilizzo dei leggings non è legato ad una maggiore sessualizzazione del corpo. In primis viene un concetto molto pratico, legato al comfort e alla vestibilità di questo tipo di pantaloni. Perché rinunciarci quanto sono facili da abbinare e da indossare, anche per diverse ore?

Poi non c’è niente di male nel valorizzare le curve e sentirsi belle: i leggings di ultima generazione offrono infatti un effetto modellante naturale che mette in risalto la linea, senza eccessi. Ci sono anche tante fantasie e stampe per una scelta sempre più ampia, adatta a tutti i gusti.