Uil Agrigento. Richiesta di incontro al Presidente del Cua, "si esca da questo limbo perenne, l’università deve essere rilanciata" In evidenza
09 Gennaio 2018 Scritto da 

Uil Agrigento. Richiesta di incontro al Presidente del Cua, "si esca da questo limbo perenne, l’università deve essere rilanciata"

La Uil provinciale di Agrigento interviene con Gero Acquisto e Fabrizio Danile  sull’annosa vicenda del Cua che vive da troppi anni una situazione di incertezza massima che minano il rilancio del polo decentrato e annunciano di aver richiesto tramite pec un incontro urgente al neo Presidente Prof.Busetta.

“Sulla vicenda Cua vogliamo iniziare l’anno nuovo dicono i due sindacalisti, con uno spirito di massima collaborazione e di chiarezza per capire le reali intenzioni del Presidente sul futuro del diritto allo studio nella nostra provincia che è un pilastro, uno strumento di crescita e di cultura che non può essere disperso.
Per tutto ciò chiediamo al Presidente del Cua Busetta non solo un incontro ma l’istituzione di un tavolo tecnico per un confronto aperto che guardi finalmente questo polo decentrato come sintesi di rilancio per il diritto allo studio.
E il fatto che nel governo regionale Musumeci, due assessori in carica, Lagalla e Armao hanno guidato e diretto questa struttura accademica può facilitare l’uscita da questa crisi. Infatti potrebbe essere un punto a favore per dare un netto cambio di passo allo status quo. Siamo fiduciosi che con la collaborazione di tutti qualcosa possa cambiare, anche se realisticamente vogliamo aspettare l’incontro e le azioni che si metteranno in campo per dare una definizione chiara al futuro stesso del Consorzio.”



Enza Fazio

Collaboratore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information