Co.Mo.Do. rilancia la Giornata delle Ferrovie Dimenticate. La Giornata sarà uno degli eventi di punta del Mese della Mobilità Dolce In evidenza
30 Ottobre 2017 Scritto da 

Co.Mo.Do. rilancia la Giornata delle Ferrovie Dimenticate. La Giornata sarà uno degli eventi di punta del Mese della Mobilità Dolce

Vivere la cultura dello spazio aperto seguendo territorio e paesaggio lungo un filo dolce e continuo a bassa velocità. Ricercare bellezze paesaggistiche e storiche del territorio, ripercorrendole in tempi distesi per riscoprire ogni ricchezza culturale, estetica ed emozionale. Con queste buone premesse riparte il "Mese della Mobilità Dolce" ideato da Co.Mo.Do., Cooperazione per la Mobilità Dolce.

Due le giornate di punta: la prima dedicata alla Ferrovie Dimenticate, giornata che vanta 10 edizioni all'attivo, con grande partecipazione di appassionati e il coinvolgimento di centinaia di associazioni locali ambientaliste, di equiturismo, di cicloturismo e trekking che hanno avuto e hanno oggi il merito di portare all'attenzione dell'opinione pubblica le linee ferroviarie dismesse. Attraverso il sito www.mobilitadolce.org le singole associazioni potranno iscrivere un evento al calendario ufficiale della manifestazione.
La seconda sarà dedicata al turismo equestre, una risorsa sempre più importante per i nostri territori rurali, ma anche un prodotto turistico in crescita e con opportunità di sviluppo che tendono a premiare forme di movimento che offrono il miglior rapporto con le forme esteriori, con la natura, l’atmosfera, le sensazioni e gli aspetti del paesaggio, sempre nell’ottica di ricadute economiche sulle destinazioni. L'obiettivo di Co.Mo.Do. attraverso l'organizzazione del Mese della Mobilità Dolce è infatti di sensibilizzare alla “economia green” attraverso la mobilità leggera e l'intermodalità, in vie verdi a vocazione turistica e paesaggistica riservate a persone non motorizzate, in vie di comunicazione di pubblico dominio basate sul recupero del patrimonio ferroviario dismesso (linee, stazioni e altre infrastrutture), su alzaie di canali e argini di fiumi, dentro Parchi e oasi, su tratturi e strade bianche, all’interno dei borghi più suggestivi d’Italia.
Sotto l'impulso e il coordinamento di Co.Mo.Do. sarà ancora una bella festa per valorizzare un viaggio itinerante nei luoghi più evocativi del patrimonio ferroviario dismesso, per consolidare una campagna di educazione al paesaggio in una grande energica appassionata opera collettiva di riappropriazione e architettura degli spazi aperti e della loro percorribilità.
Nel corso delle settimane sul sito www.mobilitadolce.org sarà possibile tenersi aggiornati sugli eventi in programma durante il Mese della Mobilità Dolce.



Lorena Soldano

Collaboratore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information