328 e Piano di Zona 2015, "Mizzica" presenta interrogazione al sindaco di Sciacca: "perché i servizi non partono?" In evidenza
29 Settembre 2017 Scritto da 

328 e Piano di Zona 2015, "Mizzica" presenta interrogazione al sindaco di Sciacca: "perché i servizi non partono?"

328 e Piano di Zona 2015, "Mizzica" presenta interrogazione al sindaco di Sciacca: "perché i servizi non partono?"

"L’attività scolastica è oramai avviata. Considerando il peso specifico di parecchi servizi scolastici inerenti al piano di zona per famiglie svantaggiate, con disabilità, con altri gravi problemi che ne trarrebbero fondamentali benefici, non si può attendere oltre: un piano di zona 2015 che vede, su 11 azioni, solo 3 quelle realizzate.

Mizzica – proprio per queste ragioni - ha presentato, attraverso il suo consigliere comunale, un’interrogazione al sindaco e all’assessore Alongi per conoscere quali azioni intende mettere in campo l’amministrazione comunale, in qualità di capofila del distretto socio-sanitario, al fine di mettere a regime tale piano di zona, scaduto nel 2015.
Nello specifico sono stati richiesti a questa amministrazione aggiornamenti ufficiali riguardo l’educativa domiciliare, il servizio di sostegno alla genitorialità, l’attivazione del centro diurno (oggi sostenuto solo grazie ad associazioni, famiglie e volontari), l’assistenza domiciliare per i malati oncologici, i rimborsi per il carburante speso dalle famiglie, le novità sul progetto SIA e tanto altro.
Un’ampia interrogazione, in allegato a questa nota stampa, mirata ad ottenere risposte chiare e nette da questa amministrazione, su tempi per i servizi essenziali già in ritardo, e sulla programmazione per il nuovo piano di zona e ancora più in generale sull’idea e priorità nelle politiche sociali che si vogliono portare avanti in questa città. E Mizzica, proprio per l’urgenza e la necessità di mettere tutti gli operatori e i volontari intorno ad un tavolo, darà appuntamento a tutti loro a breve nei nuovi spazi associativi per determinare le corrette linee programmatiche per migliorare un settore che molto spesso non riesce a dare le giuste risposte alle fasce più deboli della nostra collettività".



Francesca Ciaccio

Collaboratore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information