22Settembre2017

 Rifiuti abbandonati sulla Strada Provinciale 1-B: la rimozione spetta al Comune di Agrigento In evidenza
30 Agosto 2017 Scritto da 

Rifiuti abbandonati sulla Strada Provinciale 1-B: la rimozione spetta al Comune di Agrigento

Una notevole quantità di rifiuti, distribuita in vari punti dei tracciati, è presente ormai da mesi su diverse strade provinciali, e in particolare sulla SP n.1 tratto B Fondacazzo direzione Borsellino, ove, in particolare al km 1+000 e al km 5+200, sono presenti enormi quantitativi di rifiuti solidi urbani depositati da cittadini privi del benchè minimo senso di responsabilità. E’ doveroso precisare che l’accumulo di questa impressionante quantità di rifiuti è iniziato contestualmente all’avvio della raccolta differenziata nei paesi limitrofi (in particolare Porto Empedocle e Raffadali), suffragando il sospetto che molti cittadini di quei paesi preferiscano disfarsi dei rifiuti ove capita senza darsi la pena di differenziare i vari materiali, e preferendo abbandonarli in strade isolate come può essere considerata, appunto, la SP n.1.

Rifiuti ovunque anche nel tratto Quadrivio Spinasanta-Villaseta, nonché sulle bretelle di accesso alle statali, spesso anche isolati come se lanciati direttamente dalle auto in corsa, termometro di una totale e assurda mancanza di sensibilità verso l’ambiente e il decoro degli ambienti suburbani.
Il Settore Infrastrutture Stradali del Libero Consorzio ha inviato una nota al Comune di Agrigento, competente per territorio in materia di rifiuti solidi urbani, per sollecitare la loro rimozione (il personale stradale del Libero Consorzio non è infatti autorizzato alla rimozione degli stessi). Molto utile risulterebbe un’azione ispettiva analoga a quella esercitata dal Comune di Siculiana, che grazie all’esame del contenuto dei sacchi di rifiuti è riuscito a risalire ad alcuni dei responsabili, ai quali sono state inflitte le pesanti sanzioni previste dalla normativa.
L’attività di bonifica periodicamente eseguita dal Libero Consorzio sulle strade provinciali, peraltro, non comprende la rimozione di rifiuti solidi urbani, riguardando esclusivamente rifiuti speciali (pericolosi e non).




 
 


Calogero Parlapiano

Direttore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information