Cittadinanzattiva di Sciacca: sarà resa pubblica la nota di merito da parte di un paziente al Dott. Guddemi In evidenza
12 Gennaio 2017 Scritto da 

Cittadinanzattiva di Sciacca: sarà resa pubblica la nota di merito da parte di un paziente al Dott. Guddemi

L’Assemblea territoriale di Cittadinanzattiva di Sciacca, il coordinamento di Cittadinanzattiva, della Rete del Tribunale per i Diritti del MALATO, riunitisi venerdì 21/12/2016, alle ore 16:00, presso il “Punto di Ascolto del TDM”, dopo aver letto attentamente l’istanza, pervenutaci da un cittadino saccense, ricoverato presso il presidio ospedaliero “Giovanni Paolo II” di Sciacca,  con cui si chiede l’attribuzione di una lettera-encomio, indirizzata all’unità operativa di “Urologia” di Sciacca e la relazione clinica, rilasciata dalla suddetta unità in data 10/10/2016, in cui si traccia brevemente la storia clinica del soggetto, con diagnosi di neoplasia vescicale, sottoposto in data 7/10/2016 alla resezione di neoformazioni vescicali, letto lo Statuto del movimento Onlus, confrontati i pareri dei singoli componenti, dopo ampio dibattito, DELIBERANO QUANTO SEGUE: di rendere pubblica nota di merito e di lode al dottore Andrea Guddemi, urologo presso l’unità operativa di “Urologia” del Presidio Ospedaliero di Sciacca, diretta magistralmente dal professore Quintino Paola.

Durante la degenza del paziente il suddetto medico ed il personale infermieristico, ed in modo particolare, il sig. Lorenzo Costa, capo-sala, si sono distinti per competenza, per professionalità e per un altissimo senso dell’etica del dovere. Nella missiva si riporta che il grande spirito di dedizione al bene comune, l’atto di donarsi agli altri, la disponibilità, il servizio incondizionato, reso per la salvaguardia della vita umana, bene supremo e prezioso, hanno caratterizzato ed ispirato i comportamenti del dottore Guddemi.

Il paziente riferisce e scrive testualmente che il medico sopracitato si è prodigato con altruismo, con entusiasmo, con abnegazione ed unità d’intenti e con generosità per rendere meno gravosa la degenza in ospedale e, nel contempo, ha profuso il massimo della sua scienza e della sua esperienza per consentire una piena e completa guarigione del soggetto.

Professionista che sente vivo e forte «il giuramento di Ippocrate» e che ne segue la via con convinzione e con coraggio e che concretizza il “principio dell’humanitas ciceroniano”, valido in ogni epoca ed in ogni attività. Nel suo operato rispetta e rispecchia fedelmente ed in toto tutti i valori inclusi nel concetto di “humanitas”: filantropia, dignità, nobiltà d’animo, senso della giustizia, buon gusto, misura, eccellenza dell’ingegno, mitezza d’animo, pacatezza. Filantropia intesa come benevolenza verso tutti i soggetti in condizione di sofferenza, che comporta, quindi, il dovere di fare del bene agli altri. I pazienti dal dottore non sono considerati come “malati” ma come persone che hanno bisogno ancor prima che di cure, di ascolto, di dialogo, di un sorriso che sia nello stesso tempo confortante e rassicurante. La sua semplicità, la sua spontaneità, la sua empatia, il suo approccio autentico, diretto, profondo sono determinanti per mettere a proprio agio ed al centro del processo la persona che sta male ed anche gli input d’incoraggiamento e le sollecitazioni offerte hanno agevolato la ripresa ed il benessere psico-fisico del paziente. L’umanità viene concepita dal suddetto medico come un fine e mai come un mezzo e viene concretizzata come attenzione psicologica dell’altro.

Degna di particolare sottolineatura è la prontezza e la pragmaticità, con cui il sopracitato urologo si è mosso senza tentennamenti e con attivismo ha saputo agire nelle fasi successive all’intervento.

La deontologia professionale, il rigore morale, la filosofia di pensiero e di azione, l’umiltà, la comunicazione sull’evoluzione della malattia, rivolta ai congiunti del degente, sempre puntigliosa e puntuale, improntata alla massima chiarezza e trasparenza, la relazione concepita come alleanza terapeutica, le capacità logistiche del dottore Guddemi costituiscono modello organizzativo per tutte le altre unità operative semplici e complesse sia per la gestione e la valorizzazione delle risorse umane come fattore strategico che per il processo di umanizzazione e la promozione della persona umana, sia per il sistema di efficienza e di efficacia che per l’elevata qualità delle relazioni interpersonali tra medico e soggetti in stato di sofferenza, sia per il rispetto delle regole che per la scrupolosa applicazione delle procedure e dei protocolli, sia per la crescita professionale in termini di aggiornamento e di auto-aggiornamento del personale medico ed  infermieristico che per l’innovatività, fattore determinante di ogni percorso. Altro aspetto rilevante evidenziato nella professione esercitata dal sopracitato medico è la sua fede e il suo pensare e agire da cristiano, in conformità con la logica di Cristo, che è la logica della carità, che ben si coniuga e si completa con la razionalità imposta dalla scienza medica. La relazione tra identità cristiana e impegno personale di carità, nella consapevolezza di una crescita nel cammino della fede è ben presente nella vita professionale, intellettuale ed umana del medico Guddemi e ciò si palesa dalle sue parole e, soprattutto, dai suoi atti quotidiani.

Tale documento sarà inviato a tutte le Assemblee territoriali di Cittadinanzattiva, nonché alle Reti per il Tribunale dei Diritti del Malato e alle altre Reti del movimento di tutto il territorio nazionale, al fine di dare la più ampia e capillare diffusione ad una sanità, nella fattispecie quella saccense, che funziona e che si distingue in eccellenza e che ci fa credere fermamente nel nostro sistema sanitario e nella natura più intima della nobile professione del medico.



Alexandra Soldano

Collaboratore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information