Ribera, Istituto "A. Toscanini": arriva il contributo Statale di emergenza In evidenza
12 Dicembre 2016 Scritto da 

Ribera, Istituto "A. Toscanini": arriva il contributo Statale di emergenza

A pochi giorni dal grande evento d’inaugurazione del nuovo Anno Accademico dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Toscanini” di Ribera, previsto per Lunedì 19 Dicembre al Teatro Pirandello di Agrigento alle ore 17,30, mentre fervono i preparativi per il concerto che vedrà sul palco circa 100 musicisti tra, Solisti, Coro e grande Orchestra Sinfonica e Jazz dell’Istituto, il Direttore Prof.ssa Mariangela e il Presidente Dott. Giuseppe Tortorici comunicano con grande soddisfazione l’assegnazione ufficiale all’Istituto Toscanini, avvenuta con Decreto della Direzione Generale Miur-AFAM, del contributo statale straordinario di emergenza pari a €650.000, ai sensi dell’art.1 c.2 del D.M. 633 dell’8 Agosto 2016.

"Questo contributo è un segnale importante da parte  del Miur e quindi dello Stato - affermano  il Direttore e il Presidente - un pieno riconoscimento della importanza della nostra istituzione e della nostra reale criticità, accertata dagli Ispettori Ministeriali, con un finanziamento che mette al sicuro tutto l’Anno Accademico 2016/17 e che testimonia come ormai, a prescindere dalla statalizzazione che auspichiamo possa andare presto a buon fine, il nostro principale Ente Finanziatore sia di fatto lo Stato, coadiuvato dalla Regione Siciliana che per il 2016 ci ha erogato un contributo straordinario di € 200.000 in cui confidiamo anche per i prossimi anni. Ringraziamo quindi l’On Davide Faraone che si è pubblicamente impegnato, in qualità di Sottosegretario al Ministero della Pubblica Istruzione  dell’Università e della Ricerca, in favore delle gravi problematiche del Toscanini e di tutti gli ISSM in difficoltà, tutti i senatori e i deputati regionali e nazionali del territorio che continuano a sostenere con impegno la nostra Istituzione."

"Speriamo presto di avere un governo operativo che possa portare a termine il DDL 322 di Statalizzazione, momentaneamente fermo al Senato, e possa continuare il percorso intrapreso. Intanto - afferma  la prof.ssa Longo - l’Istituto continua senza sosta la sua importante fase di crescita  sia per il numero degli iscritti che per il numero dei docenti contrattualizzati: con l’avvio degli 11 nuovi Corsi del Dipartimento Jazz e degli Ottoni l’Istituto è passato dai 182 iscritti dell’A.A. 2015/16 ai 240 attualmente già iscritti ed ha raddoppiato l’utenza universitaria passando dai 34 iscritti ad inizio A.A. 2015/16 ai 68 attuali, senza considerare le tante domande di ammissione  arrivate fuori termine che hanno incentivato la riapertura dei termini con scadenza 20 Gennaio 2017 per tutti i Corsi con disponibilità di posti, compresi i nuovi corsi di formazione di base jazz e di percussioni appena attivati.

Anche il numero dei docenti è aumentato in maniera marcata: dai 18 docenti dello scorso anno siamo passati ai 35 di questo anno, compresi i collaboratori esterni con l’importante  novità che, secondo le esigenze didattiche e compatibilmente con le risorse economiche , l’Istituto sta tornando pian piano  ad utilizzare i contratti a tempo determinato, come è giusto che sia, ridando così stabilità e continuità alla didattica, con un corpo docente di primo ordine reclutato dalle graduatorie nazionali o con procedure selettive pubbliche d’Istituto, nell’interesse degli studenti e dell’Istituzione stessa."



Francesca Ciaccio

Collaboratore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information