"Il profumo dell'acqua che brucia", il libro di racconti di Santangelo & Castrnovo edito da "Melqart Communication" di Sciacca In evidenza
20 Settembre 2016 Scritto da 

"Il profumo dell'acqua che brucia", il libro di racconti di Santangelo & Castrnovo edito da "Melqart Communication" di Sciacca

"Il profumo dell'acqua che brucia" è un nuovo libro di racconti, scritto dalle saccensi Francesca Santangelo ed Anna Maria Castronovo ed edito dalla casa editrice di Sciacca "Melqart Communication". Il volume è stato presentato sabato 25 giugno alle ore 18. La presentazione si è tenuta presso il complesso monumentale della Badia Grande di Sciacca, quartiere San Michele, nell'ambito della manifestazione denominata "Letterando in Fest", proposta dalla Vertigo srl di Sino Caracappa. La nuova uscita editoriale (prezzo di copertina: 13 euro) è già disponibile presso la libreria Mondadori di Sciacca, si può acquistare su internet sui portali Ibs e sul bookshop Melqart Communication o contattando e recandosi direttamente presso la sede della casa editrice in via Caricatore snc (per informazioni, cell. 339-3047312). Le due autrici sono ospiti alle prossime Giornate Federiciane a Menfi. A seguire, vi proponiamo una intervista doppia alle due autrice del volume, per saperne di più, per conoscerne i segreti ed incuriosirvi alla lettura delle loro splendide storie di donne...

Francesca Santangelo ed Anna Maria Castronovo, come mai avete optato per questo titolo, "Il profumo dell'acqua che brucia"?

Francesca: Ricordo che quando si era piccoli, ad ogni caduta si metteva dell'acqua per alleviare dolori e bruciori, per guarire le ginocchia sbucciate. L'acqua, quindi, la vedo come un elemento purificatore, presente sia nelle mie poesie sia nelle mie storie. Il titolo è una sinestesia, ossia l'unione di due sensazioni diverse.

 

Anna Maria: I nostri racconti sono, per lo più, storie di donne. Per me l'acqua è sinonimo di donna. Entrambe possono essere dolci, carezzevoli, ma anche forti, capaci di aggirare gli ostacoli per trovare le soluzioni più adeguate ad un problema, malvagie. L'acqua come la donna è sinonimo di vita. Da lì, per me, il significato del titolo del libro.

 

Com'è nato questo vostro connubio letterario, quest'opera a quattro mani?

 

Francesca: E' stata l'idea di un pomeriggio d'inverno. Si tratta di un'opera nata anche per riempire le nostre giornate invernali. Queste storie giacevano da alcuni anni in un cassetto, pronte a vedere la luce. E' un lavoro diverso rispetto agli altri miei libri che erano composti da poesie. Ho invitato Anna ad aggiungere le sue storie ed eccoci qui.

 

Anna Maria: Abbiamo deciso di fare qualcosa di diverso e costruttivo, pensiamo e speriamo di esserci riuscite. Vi invitiamo a leggerci e parlarne insieme.

 

Quali sono le storie che compongono il libro a cui siete più legate?

 

Francesca: Per me "La storia infinita" perché racconta di una storia fantastica di donna che ritrova un suo grande amore dopo 40 anni. Questa donna aveva scritto un blog e l'uomo, digitando il suo nome sul web, l'ha ritrovata. Torna così l'interlocuzione e l'amore che era rimasto sopito, come in letargo. Il rivedersi, però, ha determinato degli imprevisti ed un seguente rapporto disastroso. Il "Tempo" è un altro degli elementi importanti delle mie storie: c'è un tempo per ogni cosa. Non era più tempo per quell'amore: la storia sarebbe rimasta soltanto virtuale e telefonica perché ormai non si sarebbe potuta vivere in nessun altro modo.

 

Anna Maria: Per me "La gabbia della ragione" dove la vera protagonista è Pina, una ragazza madre. E' una storia vera di donna che non ha abbandonato la bambina che ha dato alla luce, che ha affrontato con coraggio la società in cui viveva, società cattiva e pettegola. Pina ha aiutato anche me, mi ha insegnato a non avere pregiudizi, sebbene lei sarebbe rimasta per sempre sola, mai avvicinata da nessuno, eppure mai frivola, mai appariscente, mai vestita in modo colorato o esuberante, in un contesto storico e sociale di difficile convivenza.

 

Perché il vostro volume dovrebbe essere letto ed acquistato?

 

Francesca: Mi piacerebbe contribuire, nel mio piccolo, all'arricchimento culturale del lettore, che deve essere bravo a leggere tra le righe delle varie storie, è un modo per condividere e portare agli altri le proprie esperienze.

 

Anna Maria: E' importante fare comprendere come determinate situazioni capitano a tantissime persone. Molte sono convinti che certi imprevisti capitino soltanto a loro e mai agli altri. Non è così. Bisogna avere il coraggio di uscire dal guscio, per aiutare gli altri a riflettere.

 

Quali sono i vostri autori e libri preferiti, o che vi hanno, in qualche modo, ispirato?

 

Francesca: Io amo tutti i libri e gli autori che parlano e descrivono il mare. Mi piace Baricco, Bambaren, ma anche Verga. Sono autori che trasmettono emozioni forti e che mi fanno provare le loro stesse sensazioni.

 

Anna Maria: A me piacciono molto Gabriel Garcia Marquez e Karen Blixen, l'autrice de "La mia Africa", libro che ha ispirato anche un film. Lei scrive che la cura per ogni cosa è l'acqua salata, che sia sotto forma di sudore, di lacrime o di mare. Passeggiando sulla spiaggia, la brezza non accarezza soltanto i capelli, ma anche i pensieri e li aiuterà ad andare via. Sono quegli elementi naturali che amo e che abbiamo trasmesso nelle nostre storie.

 



Calogero Parlapiano

Direttore di Redazione

Devi effettuare il login per inviare commenti

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information