Il "Sub" del Carnevale di Sciacca in giro per l'Italia: ne parla anche il Tgcom In evidenza

Da tre anni il sito sciaccarnevale.it segue le vicende del famoso sub in cartapesta del carro "Tra il dire e il fare" del 2003 che sta facendo il giro dell'Italia passando di anno in anno da un carnevale all'altro. 15 anni di compravendite che sono stati tracciati anno per anno dai soci de L'AltraSciacca Foto grazie ad una attenta ricerca ed alle tante segnalazioni che arrivano dagli utenti che riconoscono l'opera in cartapesta in giro per il Nord Italia.

Leggi tutto...

L' Istituto Superiore di Studi Musicali "A. Toscanini" di Ribera (AG), unica istituzione di Alta Formazione Artistico Musicale del territorio agrigentino, sostiene la candidatura di Agrigento Città della Cultura 2020  con un concerto dei “Solisti del Toscanini” che si è tenuto domenica 11 Febbraio al Foyer del Teatro Pirandello alle ore 17,00.

Leggi tutto...

Carnevale di Sciacca 2018, oggi la presentazione dei libri di Lorenzo Raso alla Multisala Badia Grande In evidenza

Tra le iniziative collaterali al Carnevale di Sciacca, doppio appuntamento oggi alla Multisala Badia Grande sita nel quartiere San Michele. Alle 18 presentazione dei libri del copionista Lorenzo Raso.

Leggi tutto...

"Yallers Sicilia" al Carnevale di Sciacca In evidenza

Sabato 10 febbraio 2018 Yallers ti invita a partecipare all'evento #SciaccaExperience

In occasione del più famoso Carnevale della Sicilia, il prossimo 10 febbraio 2018 alle ore 12.00, Yallers Sicilia organizza #SciaccaExperience, un'iniziativa patrocinata dal Comune di Sciacca.

Sarà una passeggiata alla scoperta della splendida città di Sciacca e del suo bellissimo Carnevale. Il team Yallers aspetta tutti i siciliani appassionati di fotografia e amanti del Carnevale a questo evento.
Inoltre, solo chi sarà presente il 10 febbraio, potrà partecipare al Contest fotografico organizzato da Yallers Sicilia sui propri canali social: Instagram e Facebook.

Leggi tutto...

Il teatro di Alfonso Veneroso. Da Sciacca ai palcoscenici di tutto il mondo: "Se non avessi seguito la mia passione, lo avrei rimpianto per tutta la vita" In evidenza

Intervista esclusiva ad Alfonso Veneroso, uno dei migliori attori teatrali di Sciacca per studi, esperienze internazionali e competenze. Dalle sue prestigiose collaborazioni ai palcoscenici calcati, dai suoi ricordi di Sciacca al futuro che potrebbe avere il Teatro in città grazie al Samonà. Ne esce fuori uno spaccato di attore e di uomo a 360 gradi, capace di sovvertire un futuro segnato, seppur autorevole, nel mondo degli studi forensi, e di abbracciare a piene mani e con coraggio la sua più grande passione perché, forse, è proprio vero quello che scriveva Albert Guinon: “Gli appassionati sollevano il mondo. Gli scettici lo lasciano ricadere”. (Settimanale Il Fatto Popolare n°255)

Com’è stato riportare sulle scene teatrali italiane “Medea” di Luca Ronconi? Nel personaggio di Giasone che ha interpretato, c’è qualcosa in cui si rispecchia?                       
Ho interpretato già 21 anni fa il ruolo di Giasone nella Medea di Luca Ronconi, che è stato il mio maestro alla scuola del teatro Stabile di Torino, ed è stata per me un'esperienza formativa di massimo livello: un genio come regista ed un grande attore, come Franco Branciaroli, che interpretava il ruolo di Medea; più di 280 repliche in cui ho messo in opera tutto ciò che avevo imparato negli anni precedenti, confrontandomi con un pubblico sempre diverso. L'attuale messinscena è stata curata dal regista Daniele Salvo che a quei tempi era aiuto regista. È inevitabile che  riprendere quello spettacolo dopo vent'anni sia per me un grande piacere ed un'intensa emozione. Le indicazioni di Ronconi sono ancora vive nella mia mente, come se mi fossero state date ieri. E' anche uno stimolo molto bello interpretare lo stesso ruolo con 20 anni di esperienza in più. Il mio ruolo è quello di Giasone, un simpatico profittatore che parla molto bene e che si risposa con la principessa di Corinto per interesse. Insomma è un simpatico opportunista, inoffensivo, che non meriterebbe l’uccisione dei suoi figli. Del personaggio trovo che mi appartengano un legame forte con i figli ed una certa abilità nell'uso della parola. Non altro. Sinceramente nella vita sono stato sempre il contrario di un opportunista. La Medea di Ronconi verrà replicata dal 23 febbraio al 4 di marzo al Teatro Biondo di Palermo.

Leggi tutto...

foto generica tratta dal web In evidenza

“Fine nell’arte: accrescere le presenti possibilità d’espressione, sostituirle a vecchie possibilità, estendere le esperienze, ossia scoprire mondi nuovi” (Wassily Kandinsky, “Insegnamento di Kandinsky: Programma di corsi per il Bauhaus: II Semestre, estate 1931: Lezione 5”, in Tutti gli scritti. Punto e linea nel piano, Articoli teorici, I corsi inediti al Bauhaus, A cura di Philippe Sers, Feltrinelli, Milano, 1970, p. 284). Immaginiamo il “pianeta arte” come una rossa e fiammante Ferrari. Ancora oggi, dal lontano 1947, è considerata un mito immortale, il sogno proibito delle ultime tre generazioni. Un sogno però, per pochi eletti! I comuni mortali si limitano solo ad ammirarla, alcuni attratti da ogni piccola parte che compone la sua carrozzeria, alcuni delle sue caratteristiche tecniche. Sarebbe davvero emozionante, non solo guardarla da vicino, ma sedersi al volante e sentire il rombo del motore mentre il bolide sfreccia sulla strada: solo in questo caso si può cogliere la vera essenza di questa leggendaria autovettura. Analoga reazione avviene nell’osservatore al cospetto di un’opera d’arte. Se nel vasto pianeta dell’arte, il fruitore si fermasse soltanto al valore estetico, non approfondendo il valore intrinseco, non potrebbe mai recepire appieno le sue potenzialità. Immaginiamo il “pianeta arte” come la vasta Terra in cui viviamo.

Leggi tutto...

Abiti d’epoca dell’Ottocento siciliano, mostra al Museo Scaglione di Sciacca In evidenza

“Eleganza e fascino”. È il titolo della mostra di abiti d’epoca in allestimento nelle sale del Museo Scaglione, in piazza Don Minzoni. L’iniziativa è dell’assessorato al Turismo e allo Spettacolo del Comune di Sciacca, retto dal vicesindaco Filippo Bellanca, e dell’associazione La danza, presieduta da Biagio Abbruscato e con la direzione artistica di Aurelia Lalicata. L’iniziativa si svolgerà in collaborazione con la cooperativa Agorà.

Leggi tutto...


Pagina 1 di 185

Servizio Abbonati

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne meglio o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sulla pagina informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra pagina Privacy policy information.

Accetto i cookie da questo sito.

Cookie Directive Information